Archivio per aprile, 2015

cinqueuomini black popeUn trono per due. Si è conclusa con un emozionante ex aequo la lunga avventura del CiaoLuca Contest, il concorso musicale dedicato alla musica underground e organizzato dall’associazione giovanile Totem di Gradisca. Dopo due mesi di concerti,in un’affollata “Baracheta” è andata in scena la finalissima della manifestazione, che godeva anche del supporto di Fondazione Carigo. Incredibile l’epilogo: né pubblico, né l’aritmetica, né la giuria presieduta dal polistrumentista Simone d’Eusanio (Battiato, Renga, Antonella Ruggiero e tanti altri) sono riusciti a scegliere fra il delicato folk rock cantato in italiano dei Cinque Uomini sulla cassa del Morto (Cividale del Friuli) e il potentissimo southern metal dei triestini Black Pope. Due proposte molto differenti fra loro eppure entrambe meritevoli di proscenii importanti. Molto applaudite anche le esibizioni delle altre due finaliste, gli isontini Noisy Silence (punk rock) e MFHz (electro/dubstep). Una vittoria della musica, dunque, dopo dieci maratone sonore che hanno visto una trentina di band di tutta la regione e non solo contendersi il successo finale e un posto – a questo punto due, visto l’emozionante epilogo – sul palco del festival estivo “CiaoLuca”. La finalissima è stata dedicata da Totem alla memoria di Max Turus, il rocker e organizzatore di concerti morarese tragicamente scomparso l’altra settimana. Durante la finale sono state diffuse le note di un album dei Dagh, la band in cui Turus ha militato per tanti anni. L’associazione giovanile Totem di Gradisca dal lontano 2001 organizza il “CiaoLuca Festival” una maratona sonora dedicata ad un amico che non c’è più, Luca Zorzenon. Nel corso degli anni si sono esibiti sul palco di CiaoLuca artisti affermati a livello nazionale (Verdena, Casino Royale, Mellowmood, Deasonika, Rezophonic, Dotvibes, Quartiere Coffee, Extrema, Vision Divine, Exilia, The Hormonauts, Elvenking, Pino Scotto, Sick Tamburo) e negli ultimi tempi anche prestigiosi ospiti stranieri.