CAMERAMIA CONQUISTANO IL “CIAOLUCA CONTEST”

Pubblicato: giugno 19, 2013 in festival

150052_4260279838450_147772391_nTeatrale, drammatica, ammaliante: la band friulana Cameramia è la vincitrice del quarto “CiaoLuca Contest”, il concorso musicale dedicato alla musica underground giovanile organizzato dall’associazione gradiscana Totem. Numeroso, appassionato e competente il pubblico che ha raggiunto la Locanda dello Sbilf di Sagrado per la finalissima di una manifestazione che è durata la bellezza di 5 serate, coinvolgendo in tutto 15 complessi provenienti dal Friuli Venezia Giulia e dal Veneto. L’iniziativa, sostenuta da Regione e Comune,  metteva in palio un posto al festival benefico “CiaoLuca” che si svolgerà quest’estate al parco del Castello di Gradisca, e una sorta di borsa di studio per la partecipazione a “Music Village”, una vacanza-studio a contatto con gli addetti ai lavoro del mondo dicografico organizzata dall’agenzia milanese Event Sound Promotion.

Nella finalissima si sono affrontate 5 band che avevano passato la fase eliminatoria. A piegare la concorrenza è stato lo stile dark e vittoriano di Cameramia, ensemble quasi tutto al femminile (Silvia, voce; Giulia, piano; Lucia, violino; Maria, contrabbasso; Luca, batteria; più le suggestive elaborazioni grafiche dal vivo di Anna Givani) che ha convinto pubblico e la giuria composta dalla madrina della serata, la cantautrice pordenonese Eva Poles (Eva, Prozac+, Rezophonic), dal batterista Paolo Crimi (Extrema), dai giornalisti musicali Ricky Russo ed Elisa Russo, dall’insegnante di musica Daniele Rijavec e dal sound engineer Marco Beltramini.

Applausi per tutti i partecipanti, in una finale che ha stupito per il livello qualitativo e professionale delle band: in lizza anche Azure Agony (Cervignano, enorme perizia musicale e gusto nel loro prog metal, da Cervignano), Volvo Drivers (Monfalcone, un rock indie molto caldo e articolato che ha fatto muovere il pubblico), Underhouse (Trieste, rock alternativo elegante, rabbioso e malinconico) ed Helkann Henudo (S.Vito al Tagliamento, grande impatto per il loro post grunge dalla furia iconoclasta). Secondo Eva Poles «Contest come CiaoLuca aiutano le band a uscire dalle cantine e costituiscono un banco di prova ideale per aiutarle a crescere artisticamente».

Annunci
commenti
  1. NONfalcone.com ha detto:

    ottime, le cameramia..!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...